Champagne Moët & Chandon

Epernay (Marna) - Champagne-Ardenne

L’origine risale al 1743 quando Claude Moët cominciò a trasportare vini dalla regione della Champagne-Ardenne a Parigi. Il regno di Luigi XV coincise con un grande aumento della richiesta di vino frizzante.

Moët si espanse rapidamente e alla fine del XVIII secolo esportava in tutta l’Europa e negli Stati Uniti. Il nipote di Claude, Jean-Remy Moët, portò la società ad un altissimo livello di catering, servendo clientela d’élite come Thomas Jefferson e Napoleone Bonaparte. Il nome Chandon fu aggiunto quando Jean-Remy passò metà della società al genero Pierre-Gabriel Chandon nel 1832, e metà a suo figlio Victor Moët.
Dopo l’introduzione dell’idea di uno champagne invecchiato nel 1840, Moët distribuì il suo primo “vintage” nel 1842. Il loro marchio di maggior successo, Brut Impérial, fu prodotto negli anni 60 dell’Ottocento.
La loro marca più famosa, Dom Pérignon, fu chiamata così perché il monaco benedettino Pierre Pérignon è ricordato in una leggenda come “il padre dello champagne”.
Moët & Chandon si unì alla Hennessy Cognac nel 1971 e a Louis Vuitton nel 1987, divenendo così parte del gruppo LVMH (Louis-Vuitton-Moët-Hennessy), il più grande gruppo di beni di lusso del mondo, con un ricavo di 16 miliardi di euro solo nel 2004.
Curiosità: Moët & Chandon è il fornitore ufficiale della Regina Elisabetta II.

Prodotti


Brut Impérial

Rosé Impérial

Grand Vintage

Grand Vintage Rosé

Ice Impérial