Anche il vino si adegua ai nuovi stili di vita: biologico e vegan

Anche il vino si adegua ai nuovi stili di vita: biologico e vegan

I vini biologici sono ormai da anni un mercato consolidato ed in continua crescita ma forse non tutti sanno che esistono anche vini vegani.

Ma come, vi starete chiedendo, il vino non è per sua natura un prodotto vegan? No, non necessariamente lo è.

Nel processo di vinificazione infatti vi è una fase detta “chiarifica” che implica normalmente l’utilizzo di sostanze a base di proteine animali (caseine, albumine, gelatine o colle di pesce) per rendere limpido il vino e mantenerlo tale nel tempo. Queste sostanze naturalmente sono contrarie alla filosofia vegan.

Il vino vegan si differenzia poiché viene lasciato chiarificare naturalmente.

Ma non è solo nel processo di vinificazione che si contraddistingue un vino vegan. Per essere tale, dalla lavoro in vigna sino all’imbottigliamento, niente deve essere di origine animale o frutto di sperimentazione sugli animali: né i concimi, né i fertilizzanti, né i tappi, né le etichette.

E a conferma del fatto che è possibile fare un vino buono e di qualità senza l’aggiunta di sostanze animali, vi è l’azienda vinicola Ciù Ciù di Offida (Marche), i cui prodotti da alcuni anni sono in vendita presso Fabbroni Vini.

I vini di Ciù Ciù hanno ottenuto tutti la certificazione biologica nel 1996 e, a partire dalla vendemmia 2014 possono fregiarsi anche della certificazione vegan.

Nei prossimi anni, ultimate le fasi di invecchiamento specifiche di ogni etichetta, tutti i vini di Ciù Ciù prodotti con le uve raccolte nel corso della vendemmia 2014 e quelle seguenti, potranno definirsi vini bio-vegani.
Da Fabbroni Vini potete trovare in commercio già 5 vini bio-vegani:

Condividi questo post