8 buoni motivi per amare il vino rosso

8 buoni motivi per amare il vino rosso

Un bel bicchiere di vino rosso, se non si esagera è l’ideale per stare in compagnia e mantenersi in forma. Ci sono almeno otto buoni motivi per amare il vino rosso.

Vediamoli insieme.

  1. Il vino rosso abbassa il colesterolo

Il vino rosso, assunto con moderazione, abbassa i livelli di colesterolo LDL (colesterolo cattivo) e aumenta i livelli di colesterolo HDL (colesterolo buono). Le sostanze, contenute nell’uva rossa e ritenute responsabili di questi effetti benefici, sono le saponine e il resveratrolo, quest’ultimo, sembra avere la capacità di abbassare la pressione arteriosa e i livelli di glucosio nel sangue.

  1. Il vino rosso protegge il cuore

I polifenoli e le sostanze antiossidanti contenute nel vino rosso hanno un effetto simile all’aspirina, aiutano infatti a mantenere i vasi sanguigni flessibili riducendo il rischio di fenomeni di coagulazione intravasale. La moderazione è comunque la chiave per ottenere i benefici senza sperimentarne gli effetti collaterali.

  1. Un bicchiere di vino per controllare i libelli di zucchero nel sangue

La buccia dell’uva rossa è ricca di resveratrolo, un composto naturale che può aiutare a regolare i livelli di glicemia, a svelare la “magia” del resveratrolo è stata una ricerca pubblicata sulla rivista Nutrition. I partecipanti allo studio hanno assunto 250 mg di resveratrolo, una volta al giorno per tre mesi, e si è visto che i loro livelli di glucosio nel sangue erano più bassi rispetto ai soggetti che non avevano partecipato allo studio.

Si pensa che il resveratrolo contribuisca a stimolare la secrezione di insulina o attivare una proteina che aiuta a regolare il glucosio e la sensibilità all’insulina.

  1. Il vino rosso aumenta il tuo cervello

Il resveratrolo può anche contribuire al mantenimento di una buona memoria forte. Il composto ha dimostrato di ostacolare la formazione di proteina beta-amiloide, un ingrediente chiave nelle placche trovate nel cervello di persone affette da morbo di Alzheimer.

  1. Combatte il raffreddore grazie al vino rosso

Le sostanze antiossidanti contenute nel vino rosso possono contribuire a mantenere il nostro fisico in buona salute. Uno studio, pubblicato nel 2010 dal Journal of Epidemiology, ha svelato che tra i 4.000 studenti di cinque università spagnole, coloro che bevevano più di 14 bicchieri di vino alla settimana, per un anno, hanno avuto il 40% in meno di probabilità di prendere il raffreddore.

Perché? Secondo il National Institutes of Health, gli antiossidanti sono in grado di combattere le infezioni e proteggere le cellule contro gli effetti dei radicali liberi, che possono svolgere ruolo nell’insorgere del cancro e di altre malattie.

  1. Il vino rosso contrasta il cancro

Secondo i ricercatori della University of Virginia, un bicchiere di vino rosso, tre-quattro volte alla settimana può essere sufficiente ad uccidere eventuali cellule tumorali nascenti. Gli scienziati hanno scoperto che il composto inibisce l’azione chiave di una proteina del cancro al seno.

  1. Il vino rosso fa perdere peso

È stato scoperto che il resveratrolo, nel nostro corpo viene convertito in piceatannolo. Questa sostanza ha dimostrato di impedire la crescita delle cellule adipose (di grasso). I ricercatori pensano che il piceatannolo si lega ai recettori per l’insulina delle cellule adipose bloccando i percorsi necessari per le cellule di grasso immature a maturare e a crescere.

Nonostante il vino abbia parecchie calorie, sono circa 123 kcal quelle apportate da un bicchiere di vino rosso di 100 ml. Dunque, bere 100 ml di vino rosso al giorno, non fa ingrassare ma, anzi, può aiutare a dimagrire.

  1. Il vino in cucina

Chi ha detto che il consumo di vino rosso deve essere limitato al bicchiere? Sono tante, infatti, le ricette di cucina che includono il vino tra gli ingredienti.

Tante buone ragioni per consumare vino rosso, tuttavia è bene tenere a mente che il vino contiene alcol e ha anche degli effetti collaterali: è ricco di calorie ed aumenta la quantità dei trigliceridi, aumentando il lavoro del fegato e la pressione sanguigna. È importante, quindi, ricordare di berlo con moderazione, per avere effetti positivi sono sufficienti circa 100 ml al giorno.

L’esagerazione rischia di convertire, in dannosi, gli effetti benefici di questa bevanda alcolica.

 

Fonte: pazienti.it

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *